Accesso ai servizi

Giovedì, 17 Marzo 2022

Emergenza Ucraina - Prime indicazioni utili



Emergenza Ucraina - Prime indicazioni utili


Alla luce dell’emergenza umanitaria dovuta all’arrivo di molte persone ucraine in territorio italiano, forniamo alcune importanti e utili informazioni per il loro soggiorno in Italia.

Chi arriva è tenuto a regolarizzare al più presto la sua presenza per accedere nel più breve tempo possibile all’assistenza sanitaria e logistica.

Obblighi sanitari secondo la normativa anti Covid-19 per i cittadini ucraini provenienti dall’Ucraina e i soggetti provenienti comunque dall’Ucraina

Per poter soggiornare nel nostro Paese occorre rispettare le seguenti disposizioni:

  • Fino al 31 marzo 2022, entro 48 ore dall’ingresso nel territorio nazionale si deve effettuare, tramite tampone, un test molecolare o antigenico per SARS-CoV-2.

Per consentire a coloro che arrivano autonomamente e sono ospiti presso familiari e conoscenti la Regione Piemonte ha previsto un accesso diretto con percorsi dedicati negli hotspot del territorio. I tamponi vengono, invece, eseguiti direttamente presso le strutture di accoglienza per coloro che sono stati presi in carico dal sistema regionale di Protezione civile.

  • Nei cinque giorni successivi al tampone devi osservare il regime di auto-sorveglianza con obbligo di indossare la mascherina di tipo FFP2. In caso di comparsa di sintomi va informata l’azienda sanitaria locale ai contatti che sono indicati sotto.
  • Fino al 31 marzo 2022, entro il limite massimo di 5 giorni dal tampone di cui al primo punto, se negativo, puoi utilizzare i mezzi di trasporto pubblico, con obbligo di indossare a bordo la mascherina di tipo FFP2, per raggiungere le strutture di cura e/o assistenza sanitarie, il domicilio o altro luogo di accoglienza nonché accedere alle strutture ricettive messe a disposizione, ma devi esibire la certificazione di esserti sottoposto nelle 72 ore antecedenti, ad un test molecolare, effettuato per mezzo di tampone e risultato negativo, ovvero, nelle 48 ore antecedenti, a un test antigenico.
  • a cura delle Aziende Sanitarie sarà garantita la somministrazione dei vaccini anti Covid-19, difterite, tetano, pertosse, poliomielite, mentre l’offerta del vaccino anti morbillo, parotite, rosolia e del test di screening per la tubercolosi come di altre vaccinazioni sarà valutata dalle autorità sanitarie.

VACCINO ANTI COVID19: i cittadini ucraini ospitati in Piemonte e non ancora vaccinati possono aderire alla vaccinazione attraverso il portale www.IlPiemontetivaccina.it, dove è attiva in primo piano una specifica sezione anche in lingua ucraina. Sul portale IlPiemontetivaccina.it basterà inserire nome, data di nascita e un recapito telefonico o mail personale (oppure in alternativa quelli del parente, amico o associazione che sta dando accoglienza) in modo da essere contattati a breve per fissare l’appuntamento e procedere alla vaccinazione. Per ogni altra informazione in merito si rimanda al seguente link Regione Piemonte - Emergenza Ucraina

  • Fino al 31 marzo 2022, nelle more dell’emissione del certificato verde cosiddetto “rafforzato”, i cittadini ucraini sono autorizzati a permanere nei centri di accoglienza, nel Sistema di accoglienza e integrazione (SAI) o nelle altre strutture ricettive ove sarai ospitato o presso le abitazioni private messe a disposizione.

Per le informazioni circa la validità della tua documentazione sanitaria oppure per informazioni sanitarie chiama il numero verde di pubblica utilità 1500 oppure il numero verde della Regione in cui ti trovi.

Per ogni informazione sanitaria ci si può rivolgere al Servizio di Prevenzione (SISP) dell’ASL Vercelli ai seguenti riferimenti:

Telefono centralino: 0161-59311 

Mail: urp@aslvc.piemonte.it

Cosa bisogna fare per regolarizzare la posizione sul territorio italiano nei 90 giorni di permanenza

  • In quanto cittadino ucraino in possesso di passaporto biometrico sei esentato dal visto d’ingresso si può permanere sul territorio italiano fino ad un massimo di 90 giorni dal momento dell’ingresso nell’area Schengen.
  • Bisogna affrettarsi a regolarizzare la posizione così sarà più facile darti tempestivamente l’assistenza di cui hai bisogno.
  • Se provieni da un Paese dell’area Schengen, come per esempio la Slovenia, le autorità di quel Paese hanno già apposto sul tuo passaporto il timbro di ingresso dalla cui data devi iniziare a contare i 90 giorni.
  • Se invece il tuo passaporto non è stato timbrato è necessari sottoscrivere la dichiarazione di presenza utilizzando i moduli sottostanti. Sarà cura del Comune trasmetterlo alla Questura-Ufficio Immigrazione e ASL di competenza.

Cosa devi fare per regolarizzare la tua posizione sul territorio italiano dopo i 90 giorni di permanenza

  • Se decidi di rimanere in Italia oltre i 90 giorni devi presentarti presso la Questura-Ufficio Immigrazione di Vercelli ove riceverai tutte le informazioni necessarie sulle diverse possibilità di permanenza regolare sul territorio italiano.

Altre informazioni:

  • Ricordiamo di portare sempre con sé il passaporto e/o documento di identità.
  • Se non si ha con sé un documento di identità, si consiglia di prendere contatto con l’Ambasciata Ucraina in Roma o con i Consolati per farsene rilasciare uno. Per info si può contattare il seguente numero (+39) 3519 886 823
  • Ricorda di portare con sé la certificazione di vaccinazione anti-Covid.
  • Se hai bisogno di altre informazioni riguardanti il Covid-19 puoi il numero verde della Regione Piemonte 800 957 795 o il Ministero della Salute raggiungibile h24 al numero 1500 dall’Italia e dall’estero +39 0232008345 - +39 0283905385

Documenti da inviare al Comune di Moncrivello:

Per i cittadini ucraini ospitati a Moncrivello preghiamo di inviare una mail di segnalazione a scu.moncrivello@gmail.com i seguenti dati per ogni persona ospitata:

  • Nome e Cognome
  • data e luogo di nascita
  • Contatto telefonico
  • Luogo di domicilio
  • Status vaccinale
  • Titolo di studio
  • Copia del passaporto
  • Dichiarazione di ospitalità

Per coloro che, con figli in età scolastica, desiderano procedere all’inserimento è sufficiente contattare o recarsi presso la segreteria dell’istituto scolastico e procedere alla domanda di iscrizione. Già dal giorno successivo è possibile frequentare le lezioni in classe.

--------------------------------------------------------

Per chi desidera offrire disponibilità per la popolazione Ucraina può comunque consultare il seguente link di Regione Piemonte in cui sono riassunte tutte le informazioni utili e l'iter procedurale da seguire:

https://www.regione.piemonte.it/web/temi/diritti-politiche-sociali/piemonte-per-lucraina

--------------------------------------------------------------------

Per ogni altra informazione:

Regione Piemonte

Dipartimento Protezione Civile